venerdì 16 aprile 2010

17-18 aprile - Nuova mobilitazione!




17-18 aprile 2010
Giornate per l’Abolizione della Carne
Riparte la mobilitazione!


Dopo il successo della Seconda Giornata Internazionale per l’abolizione della carne del 31 gennaio 2010, che ha visto la partecipazione di attivisti in molti paesi del mondo e di ben 22 città in Italia, il Coordinamento Italiano per l’Abolizione della Carne promuove un’altra giornata di mobilitazione in favore degli animali allevati e massacrati per l’alimentazione umana.
Crediamo infatti che sia ora di esprimere apertamente la rivendicazione di chiusura di tutti gli allevamenti, senza limitarci ad una giornata annuale, ma – al contrario – moltiplicando le iniziative nazionali e locali. Crediamo che sia ora di fare uno sforzo per rendere visibile il più possibile la sofferenza animale e per far conoscere a tutti una richiesta di cui è necessario iniziare a discutere pubblicamente, senza alcun tabù: abolire gli allevamenti, la caccia e la pesca.
Ci auguriamo quindi che cresca sia il numero delle città che la presenza degli attivisti, nonché la loro determinazione, fantasia e visibilità.

A Milano, in particolare, previsto un
CORTEO REGIONALE per L’ABOLIZIONE della CARNE

Domenica 18 aprile dalle ore 15 in Piazza Duca d'Aosta (staz. Centrale, MM2-MM3, lato McDonald's via Napo Torriani)
Rappresenteremo lo sterminio degli animali analogamente a quanto fatto a gennaio (foto su http://picasaweb.google.it/abolizionecarne), incatenandoci e mascherandoci come gli animali negli allevamenti.
Per questo motivo, è importante che la partecipazione di tutti gli attivisti lombardi si concentri su Milano, favorendo una mobilitazione di forte impatto sui passanti e sui mezzi di comunicazione.


Di seguito, una prima lista di città aderenti con relativi contatti (in aggiornamento)

Milano – corteo-presidio domenica 18 aprile ore 15 - Piazza Duca d'Aosta (staz. Centrale, MM2-MM3, lato McDonald's via Napo Torriani)
Contatto: abolizionecarne@gmail.com – 3273209085
Monza - Sabato 17 aprile, in occasione della giornata mondiale contro la carne, Oltre la specie organizza un volantinaggio in maschera per le vie centrali di Monza.
L’appuntamento è alle 16.00 sotto l’Arengario. Proseguiremo fino alle 18.30 circa.
Chi vuole sderire è pregato di contattare Alessandra: alexgalb@libero.it (cell. 335-8376756) per verificare eventuali cambiamenti di programma.
Brescia - 17 aprile presidio in piazzetta Vescovado con materiale informativo e proiezione del film "Earthlings" dalle 14 alle 20
Contatto: elfosilvia@libero.it
Torino – presidio domenica 18 aprile ore 15.30 Piazza Castello (lato Castello) ang. via Accademia delle Scienze
Contatto: carmagnola08@gmail.com
Alessandria - cena vegan sabato 10 aprile
Contatto: info@eticoetica.org
www.eticoetica.org
Rovigo – presidio sabato 17 aprile (pomeriggio)
Contatto: venusinfur@hotmail.it
Udine – presidio domenica 18 aprile ore 15.00 Piazza della Libertà (lato Contarena)
Contatto: galeota.loscavo@tin.it - dereangela@yahoo.it
Trento - sabato 17 aprile dalle 9.30 alle 19 in via Verdi (vicino al Duomo)
Contatto: loroiv@virgilio.it
Genova – presidio 17 aprile ore 15-19, via XX settembre ang. via Ceccardi
Contatto: vulcanomarino@libero.it
Santa Margherita Ligure - 17 aprile ore 10-19 - Piazza Caprera
Contatti: Associazione Ayusya - ass.ayusya@libero.it
Ventimiglia - 17 e 18 aprile presidio e tavolo informativo in via Cavour ang. via Repubblica
Contatto: pulchra@hotmail.it
San Remo - 18 aprile volantinaggio
Contatto: pulchra@hotmail.it
Bologna - 17 aprile ore 15 piazza della Mercanzia
Contatto: Simo la Vegana simo76sb@libero.it
Parma – presidio 17 o 18 aprile
Contatto: info@animalsfreedom.it
Ravenna - da definire
Contatto: Giada beavizzzz@gmail.com
San Marino – cena 16 aprile
Contatto: presidente@apasrsm.org
Arezzo - data da definire
Contatto: lav.arezzo@lav.it
Roma (1 presidio) - sabato 17 aprile ore 16.00-20.00 Piazza della Repubblica (ang. Basilica S.Maria degli Angeli)
Contatto: mariapia.perticone@libero.it
Organizzazione a cura del gruppo facebook "Animalisti vegetariani e vegani"
Roma (2 presidio) - domenica 18 aprile ore 15 Piazza Navona
Contatto: consapevolmente@hotmail.com
Organizzazione a cura del gruppo facebook "Consapevolmente attivi"
Pescara - 17 aprile Corso Umberto (Elefante) ore 15.30
Contatto: anna.calamita@yahoo.it
Bari – presidio 17 o 18 aprile
Contatto: http://pugliavegana.wordpress.com/
Lecce – presidio 17 o 18 aprile
Contatto: veganimalisti@gmail.com – cell. 3202181285 – gruppo "Veganimalisti Lecce" su facebook
Olbia - sabato 17 aprile ore 17 corso Umberto (di fronte alla biblioteca comunale)
Contatto: punkrockprincess80@hotmail.it
Palermo – da definire
Contatto: abolizionecarne@gmail.com
Taranto – sabato 10 e domenica 11 aprile dalle 17 alle 21
Via di Palma (tra p.zza M. Immacolata e via Pupino)
Contatto: Stefania Bottiglia stefania.bottiglia@inwind.it – cell. 3283385058


Come organizzare un’iniziativa nella vostra città
E’ possibile organizzare un presidio, un banchetto o anche un semplice volantinaggio.
E’ ovviamente preferibile che venga svolta un’iniziativa capace di attirare attenzione sul tema della sofferenza animale e sulla rivendicazione di abolizione della carne, per esempio effettuando un presidio mascherati, con particolari rappresentazioni, e così via.
Le iniziative organizzate a gennaio possono fornire qualche spunto:
Foto dalle città italiane
Resoconti dalle città e video

Materiali per l’iniziativa (volantini, locandina, questionari da distribuire)
:
tali materiali verranno a breve aggiornati con le date di aprile ove necessario.

Chiediamo a tutti i gruppi di distribuire tale materiale relativo alla Giornata per l'Abolizione della Carne, che come sapete è un’iniziativa con contenuti particolari rispetto alle usuali attività informative veg: non cercheremo, infatti, soltanto di “convincere” i singoli a modificare i propri consumi (diventando vegetariani o vegani), ma proveremo soprattutto a dichiarare apertamente la nostra contrarietà al massacro degli animali, chiedendo l’abolizione di tale pratica. E’ per questo che molti gruppi daranno vita a presidi con rappresentazioni simboliche della sofferenza animale e della strage quotidiana (per es. con ceri e vestiti a lutto, con proiezione video, maschere, ecc.).
Abbiamo prodotto inoltre un questionario sugli allevamenti che può essere distribuito ai passanti e un sondaggio sulla sofferenza animale, che riteniamo essere molto utili per indurre le persone a riflettere sulla loro adesione ad un sistema inaccettabile.
E’ possibile organizzare l’iniziativa sabato 17 o domenica 18, a seconda della situazione locale (passaggio nelle ore di punta nel centro, presenza di attivisti, ecc.), o anche in altri giorni in casi particolari.

Chi fosse interessato ad organizzare un’iniziativa (da un semplice volantinaggio ad un presidio), ricevere materiali (volantini, ecc.) o informazioni sulle altre iniziative può contattare il Coordinamento Italiano al seguente indirizzo: abolizionecarne@gmail.com
E’ possibile richiedere la spedizione del materiale informativo.

A breve verranno pubblicati sul blog i recapiti delle prime città aderenti.


Che cos’è la Giornata per l’Abolizione della Carne?
La Giornata per l'Abolizione della Carne vuole promuovere presso il grande pubblico la rivendicazione politica di abolizione dell'assassinio di animali a scopo alimentare. Sei milioni di esseri sensibili vengono uccisi nel mondo ogni ora (!) per essere trasformati in carne; senza neanche contare il massacro dei pesci e la sofferenza di vacche e galline ovaiole, recluse, sfruttate ed infine ammazzate in giovanissima età.
Il consumo di carne e prodotti animali causa più sofferenza e morte di ogni altra attività umana, pur non essendo affatto necessario.
Continua sul blog italiano (appello completo prima giornata 2009)


Sito del Coordinamento Italiano: http://aboliamolacarne.blogspot.com/ ]
Sito del Coordinamento Internazionale: www.nomoremeat.org
Per info: abolizionecarne@gmail.com


--------------------------------------
Coordinamento Italiano per l’Abolizione della Carne
abolizionecarne@gmail.com
infoline 327-3209085
contatto stampa: 347-7241726

7 commenti:

Victor ha detto...

la cosa che mi sorprende è che nessuno se ne frega delle altre date importanti che ci sono nel territorio... 17 aprile ad ascoli manifestazione contro il Nucleare... nello stesso giorno presidio di AIP contro l'allevamento di visoni a Pisacane... mah... ma la colpa non è solo vostra.

Luca.

Abolizione della carne (Italia) ha detto...

Caro Victor, la data del 17-18 aprile è stata annunciata pubblicamente a metà febbraio. Ed è stata scelta proprio per non andare a "confliggere" con manifestazioni dalla ricorrenza fissa (come quelle sotto pasqua contro la strage degli agnelli, per es.) o con manifestazioni già fissate.
Più di così non credo si possa fare. In generale, comunque, se consideriamo anche le manifestazioni non "strettamente" animaliste, come quella contro il nucleare, quelle contro gli inceneritori, quella contro la privatizzazione dell'acqua, ecc. bisogna dire che praticamente non ci sono giorni liberi.

Prumiao ha detto...

Ciao, volevo segnalare che anche ad Arezzo ci mobiliteremo! Ancora non abbiamo definito nulla di preciso, però raccogliamo adesioni all' indirizzo lav.arezzo@lav.it

Abolizione della carne (Italia) ha detto...

ottimo! intanto abbiamo aggiornato la pagina, in attesa di maggiori particolari

Prumiao ha detto...

Grazie. Invero non sappiamo ancora se faremo sia il 17 che il 18 oppure solo uno dei due giorni.

The Compassionate Hedonist ha detto...

C'è la stessa quantità di sofferenza
e morte in un bicchiere di
latte, in un cono gelato, o in un
uovo, che in una bistecca

LA VIA E' VEGANA...solo veganismo AIUTA gli animali!!

Abolizione della carne (Italia) ha detto...

la rivendicazione per l'abolizione della carne è ovviamente anche per l'abolizione del latte e delle uova, sia implicitamente che esplicitamente: nelle iniziative di piazza, nei materiali ecc. parliamo sempre dell'allevamento di animali da carne, da latte, da uova, e chiediamo l'abolizione di tutto ciò. Ci concentriamo simbolicamente e praticamente in primo luogo sulla carne non perchè ci sia "più" sofferenza, ma perchè c'è un contesto culturale per cui il nodo centrale da spezzare è l'ammissibilità di allevamenti e macelli (non a caso non esistono quasi persone che smettono prima di mangiare latte e uova, e poi la carne; mentre quasi tutti noi siamo diventati vegani passando per il vegetarismo).